Lampada trasparente che si accende
valentina de carlo_autore blog

Scritto da Valentina De Carlo

Energia alternativa: cos'è e come utilizzarla in modo intelligente

FacebookTwitterLinkedinEmail

Sono considerate fonti di energia alternativa tutte quelle fonti di energia che sono alternative alle fonti di energia classiche, come ad esempio il carbone e tutti i combustibili fossili responsabili di elevate quantità di emissioni di gas serra. Attualmente la sostenibilità delle fonti energetiche è un argomento particolarmente sentito e da trattare con urgenza, visti i problemi del riscaldamento globale e dell'impatto dell'inquinamento sulla salute. Tra le energie alternative vengono comprese quelle rinnovabili, che consentono cioè di ottenere energia da fonti potenzialmente inesauribili, quali il sole, il vento, l’acqua e che sono destinate a rappresentare il futuro dell'energia. Tra queste, sicuramente la più utilizzata per uso domestico è l’energia solare: come sfruttarla nel modo più intelligente?

Le energie alternative
By playing the video, you load content from YouTube, a service of Google LLC. You can find more information on how data is processed in Google LLC's data protection declaration.

L’energia solare è, tra le energie alternative, quella che può essere meglio sfruttata dall'utenza domestica, grazie alla sua conversione in energia elettrica attraverso un impianto fotovoltaico: i costi  i costi degli impianti, infatti, sono sempre più alla portata di tutte le famiglie e la loro installazione è relativamente semplice e veloce. È importante però sapere come utilizzarla nel modo più intelligente possibile per ricavarne i maggiori benefici. Vediamo, a questo punto, qual è la maniera più intelligente di servirsene.

Le energie rinnovabili battono le fonti fossili

Una ricerca di Ember e Agora indica che già nel 2020 l'energia alternativa da fonti rinnovabili ha battuto le fonti fossili accelerando la transizione elettrica in Europa. Ecco la sintesi dei dati:

  • Nei giorni scorsi è stato pubblicato il quinto rapporto annuale di Ember e Agora Energiewende - due think-tank specializzati nel settore energetico - sulla transizione elettrica in Europa, che segnala che per la prima volta nel 2020 le fonti rinnovabili hanno superato i combustibili fossili, diventando la principale fonte di elettricità dell'UE.
  • Il Rapporto ha analizzato la produzione di elettricità nel 2020 in tutti i paesi dell'UE. Nel complesso le rinnovabili hanno generato il 38% dell'elettricità in Europa nel 2020 (rispetto al 34,6% del 2019), superando per la prima volta la generazione da fonti fossili, scesa al 37%.
  • Nonostante la pandemia, le rinnovabili hanno continuato a crescere, soprattutto fotovoltaico ed eolico che hanno guidato il settore e che, insieme, hanno generato un quinto dell'elettricità europea.
  • La generazione eolica e solare è cresciuta del 10% nell'UE-27 nel 2020. Paesi Bassi hanno visto il maggiore aumento (40%), allineandosi ai valori medi europei. L'ltalia si attesta su un +1%. La Danimarca ha generato il 62% della propria elettricità dall'eolico e dal solare nel 2020, seguita da Irlanda (35%) e Germania (33%).
  • Il calo delle fossili. La produzione di carbone è scesa del 20% nel 2020, e si è dimezzata dal 2015. Calo in parte da attribuire alla diminuzione della domanda di elettricità, che è scesa del 4% a causa dell'impatto del Covid-19; e in parte alla crescita di eolico e fotovoltaico.

 

Energia alternativa: luce solare e impianti domestici

Gli impianti che sfruttano l'energia solare generano due vantaggi notevoli: il risparmio economico, dettato dal fatto di auto-produrre l'energia che serve, e il ridotto impatto ambientale, legato al fatto che si utilizza una fonte rinnovabile e priva di emissioni di gas serra.

L'energia del sole può essere impiegata sia per riscaldare l'acqua sanitaria (impianti solari termici) che per generare elettricità per alimentare le utenze domestiche (impianti fotovoltaici).

L'energia fotovoltaica prodotta può essere sfruttata in modo ancor più intelligente se essa viene utilizzata anche per riscaldare l’abitazione, ad esempio con un'integrazione tra l'impianto fotovoltaico e la pompa di calore. Ma per ricavare i massimi benefici possibili da un impianto fotovoltaico, è necessario soprattutto massimizzare l'autoconsumo dell'energia autoprodotta. Come? Per capirlo bisogna conoscere bene il funzionamento di un impianto fotovoltaico.

Funzionamento impianto fotovoltaico

In un impianto fotovoltaico i pannelli catturano l'energia solare e la convertono in energia elettrica. L’impianto è dotato di un contatore che misura l’energia prodotta.

Durante il giorno, quando i pannelli sono in funzione, l’energia prodotta può:

  • essere consumata al momento (quando ci sono elettrodomestici in funzione, ad esempio una lavatrice o una lavastoviglie) oppure
  • essere immessa nella rete (nel caso in cui non vi sia nessuno in casa e nessun elettrodomestico in funzione)

Quando invece i pannelli non sono in funzione, ad esempio durante le ore notturne, o non producono a sufficienza per soddisfare i bisogni elettrici della casa, come nelle giornate di pioggia, l'energia necessaria per i consumi domestici viene prelevata dalla rete elettrica. Il contatore misurerà l’energia totale immessa in rete e quella che viene prelevata. Tale sistema permette, in media, un autoconsumo di energia di circa il 30%. Non male, verrebbe da pensare.

Eppure non è così che stiamo sfruttando al meglio il nostro impianto fotovoltaico!

Energie alternative rinnovabili: impianto fotovoltaico e accumulo 

Ecco come utilizzare i pannelli fotovoltaici nel modo più intelligente: abbinando un sistema di accumulo all’impianto fotovoltaico. In questo modo è infatti possibile elevare la percentuale di autoconsumo.

Con un sistema di accumulo abbinato all'impianto fotovoltaico, la percentuale di autoconsumo passa dal 30% fino all'80-90%.

Tutto ciò è possibile perché l'accumulo consente di immagazzinare l’energia autoprodotta e non utilizzata nell’immediato, per poi rilasciarla quando se ne ha bisogno.

Quando le batterie hanno accumulato tutta l’energia possibile e sono completamente cariche, quella in eccesso continuerà ad essere immessa in rete. Ecco cosa succede in questo caso: Fotovoltaico ed energia prodotta in eccesso.

Sfruttare fonti di energia alternative: perché un sistema di accumulo è fondamentale

Un sistema di accumulo è costituito da una o più batterie, che accumulano l’energia prodotta dal fotovoltaico, e dalle restanti componenti hardware e software che permettono la gestione ottimale dei flussi di energia tra impianto fotovoltaico, batterie, utenze domestiche e rete elettrica. In particolare, in questo approfondimento abbiamo chiarito bene la differenza tra batteria e sistema evoluto d'accumulo.

Grazie all'accumulo,  si può evitare di richiedere energia alla rete elettrica quando i pannelli solari non producono energia, ad esempio nelle ore serali, dando precedenza all'energia autoprodotta e quindi favorendone un impiego più vantaggioso. Proprio per questo possiamo affermare che i sistemi d'accumulo supportano tecnologicamente le fonti energetiche alternative perché ne ottimizzano l'utilizzo.

Tutto ciò è molto utile ed economico, se pensiamo che per la maggior parte delle famiglie il consumo di energia alla sera è superiore a quello durante il giorno: tra lavoro, spese e attività varie, si finisce sempre per occupare la casa e far funzionare gli elettrodomestici la sera.

Concludendo, è il sistema di accumulo la tecnologia più intelligente da integrare all'impianto fotovoltaico per sfruttarne al massimo le potenzialità.

Per saperne di più, informati correttamente sui sistemi d'accumulo in questo approfondimento completo.

Riepilogando, un sistema di accumulo è la soluzione ideale per sfruttare in maniera efficace il tuo impianto fotovoltaico: l’energia prodotta non viene sprecata e può essere gestita e utilizzata in piena autonomia e, soprattutto, con un risparmio economico assolutamente da non sottovalutare.

Clicca qui sotto per ricevere gratuitamente la Guida e scoprire quale impianto è più adatto alle tue esigenze.

NdR: questo articolo è stato scritto nel 2020 e aggiornato alle attuali normative.

Guida alla scelta del sistema di accumulo
Mockup

Scopri come scegliere il miglior sistema di accumulo per il tuo impianto fotovoltaico.

Scarica la guida gratuita

Articoli correlati

Fonti alternative di energia pro e contro: finalmente tutta la verità
Tunnel ferroviario con pannelli solari

Lo sfruttamento delle fonti alternative di energia nasce dalla necessità di progettare edifici meno...

valentina de carlo_autore blog

Scritto da Valentina De Carlo

Risorse rinnovabili e fonti fossili: la sfida delle fonti energetiche
Risorse rinnovabili e fonti fossili

Facciamo un confronto tra risorse rinnovabili e fonti fossili, con la consapevolezza che utilizzare...

valentina de carlo_autore blog

Scritto da Valentina De Carlo

Energia solare vantaggi e svantaggi per le nuove case in costruzione
Asseveratori tecnici

Investire nell'energia solare significa riconoscere maggiore attenzione ai consumi e all'ambiente...

valentina de carlo_autore blog

Scritto da Valentina De Carlo