pannelli solari sul tetto di un edificio industriale

Agevolazioni e Ammortamento fotovoltaico industriale

La pandemia e la guerra in Ucraina hanno determinato un netto aumento dei costi delle forniture energetiche. Una crisi, questa energetica, che ha portato sempre più aziende ad agire concretamente per un uso più consapevole dell’energia puntando sul fotovoltaico. L’investimento nell'energia solare, infatti, non solo rappresenta una risposta tempestiva ed efficace al problema dei rincari, ma ha anche altri vantaggi per le aziende. Per agevolare questa scelta green lo Stato ha disposto una serie di agevolazioni che riducono i tempi di ritorno dell’investimento. 

Moltissime aziende stanno prendendo la decisione di investire nel fotovoltaico in modo da autoprodurre l'energia elettrica necessaria alle proprie attività da una fonte rinnovabile e gratuita come il sole. Ecco allora un approfondimento sul fotovoltaico industriale e le agevolazioni per renderne installazione più semplice e conveniente possibile.

Fotovoltaico industriale

Il fotovoltaico industriale rappresenta il sistema più vantaggioso per le aziende che desiderano ridurre i costi energetici e diventare più sostenibili dal punto di vista ambientale.

Concretamente, il fotovoltaico industriale è un impianto, in genere di potenza superiore ai 20 kWp, in grado di produrre energia elettrica dal sole, permettendo a un'azienda di soddisfare in gran parte i propri consumi elettrici con l'energia solare pulita e gratuita. Questo si traduce in un risparmio significativo sulla bolletta dell'energia elettrica, che rappresenta una delle voci di spesa più onerose per le aziende: un costo che ha un grande peso nel bilancio aziendale e si riflette anche sui prezzi dei prodotti. Risparmiare sulle spese energetiche significa, quindi, essere anche più competitivi nel mercato.

Infine, l'installazione di un sistema fotovoltaico industriale può migliorare l'immagine dell'azienda, che dimostra un impegno concreto per la sostenibilità ambientale,  aumentando così la percezione positiva da parte di clienti e potenziali.

Vantaggi di installare un impianto fotovoltaico industriale

Un impianto fotovoltaico industriale comporta molteplici vantaggi:

  • Autosufficienza energetica: producendo gran parte dell'energia necessaria per le proprie attività, le aziende massimizzano la propria indipendenza dal punto di vista energetico.

  • Risparmio economico: autoproducendo la propria energia, le aziende possono ridurre notevolmente la bolletta dell'energia elettrica e ammortizzare il costo dell'investimento in pochi anni, grazie anche alle agevolazioni e agli incentivi esistenti.

  • Sostenibilità ambientale e riduzione delle emissioni: l'utilizzo di energia elettrica proveniente da fonti green consente di abbattere significativamente le emissioni di CO2, contribuendo alla lotta contro il cambiamento climatico.

  • Aumento del valore dell'impresa: dimostrando un impegno concreto per la sostenibilità e la transizione energetica, le aziende migliorano la loro immagine e la percezione del cliente nei loro confronti. Ciò comporta un vantaggio competitivo rispetto alle aziende che non utilizzano energia pulita.

Agevolazioni fotovoltaico industriale

Per tutti questi motivi, sia a livello europeo che nazionale sono stati introdotti degli incentivi per agevolare l’adozione di questa forma di produzione energetica non solo per i privati, ma anche per le imprese.

Ecco le principali agevolazioni e le opportunità che permettono di ridurre i tempi di rientro dall'investimento dell'installazione di un impianto fotovoltaico industriale.

Credito d’imposta al 6%

Consiste in uno sgravio fiscale sulle tasse dovute per una spesa massima dell’impianto di 2 milioni di euro.  Inizialmente, il credito d'imposta prevedeva una scadenza di utilizzo entro il 31/12/2022, ma la misura incentivante è stata prorogata fino al 30/06/2023, a patto che l'azienda abbia versato almeno il 20% della spesa totale per l'impianto entro il 31/12/22. Per quanto concerne le imprese del Sud Italia è previsto un credito d’imposta dal 25% al 45% anche in presenza di massimali maggiori. Queste le regioni interessate: Campania, Puglia, Basilicata, Calabria, Sicilia, Molise, Sardegna e Abbruzzo.

Quali aziende possono beneficiare del credito di imposta? Dipende dalla modalità di accatastamento dell'impianto fotovoltaico

  • gli impianti fotovoltaici che vengono accatastati autonomamente non possono ottenere il credito di imposta del 6%, ma possono godere solo dell'ammortamento;
  • gli impianti fotovoltaici che qualificano come beni mobili, possono beneficiare sia del credito di imposta che dell'ammortamento.

L'accatastamento autonomo dell'impianto fotovoltaico è obbligatorio solo per impianti di grandi dimensioni che producono energia destinata alla vendita oppure nel caso in cui l’impianto sia idoneo ad incrementare il valore capitale o la reddittività ordinaria dell’immobile su cui è installato di una percentuale pari o superiore al 15% (Fonte: AE nella Circolare 36/E del 19 dicembre 2013). Infine, se i pannelli fanno parte della copertura del tetto e questi non possono essere smontati senza che il tetto perda la copertura, l'impianto si intende parte integrante dell’immobile.

    Reverse charge

    È un meccanismo che prevede una franchigia sull’IVA al momento dell’acquisto, vale a dire la possibilità di rimandare ad un successivo anno fiscale il pagamento dell'IVA e ridurre quindi considerevolmente il costo iniziale d’investimento da imputare a bilancio.

    Nuova Sabatini

    Si tratta di un sistema di agevolazione per l’accesso al credito utilizzabile per l’acquisto di nuove attrezzature e macchinari, inclusi anche gli impianti fotovoltaici. Il sistema prevede condizioni agevolate per il finanziamento  di nuovi impianti fotovoltaici per importi che vanno dai 20.000 euro ai 4.000.000, da ripartire in un arco di 5 anni e in 6 quote. In particolare, l'agevolazione prevede un contributo per coprire gli interessi dei prestiti, sottoforma di una percentuale di riduzione sui tassi di interesse.

    Comunità Energetiche

    Un gruppo di imprese che dispongono di un impianto fotovoltaico (ma anche di altri sistemi di energia rinnovabili) ha la possibilità di unirsi creando una Comunità Energetica Rinnovabile (CER). I requisiti per realizzare una comunità energetica sono due:

    • disporre di almeno un sistema di produzione di energia che possa essere virtualmente utilizzata da tutti i membri della Comunità; tale impianto può essere di proprietà della Comunità o di uno dei membri, ma anche essere preso in affitto dalla CER;
    • la fonte di energia sfruttata dall'impianto deve essere, appunto, rinnovabile (come un impianto fotovoltaico).

    Per la costituzione di una Comunità energetica sono sufficienti due membri fondatori e non vi è limite al numero dei componenti.

    I membri di una CER possono utilizzare le reti di distribuzione esistenti per immettere e prelevare l’energia prodotta, ma è necessario che gli impianti di produzione e i punti di prelievo facenti parte della Comunità siano connessi alla medesima cabina primaria di trasformazione elettrica. 

    La legge prevede degli incentivi monetari per la quantità di energia che i membri della CER riescono ad auto-consumare rispetto a quella prodotta dagli impianti di cui dispongono. Questi contributi si possono quindi aggiungere alle altre agevolazioni di cui le aziende possono usufruire per ottimizzare il ritorno sull'investimento di un impianto fotovoltaico.

    Contratti PPA - Power Purchase Agreement

    Oltre alle agevolazioni fin qui esaminate, per le aziende che desiderano accelerare la transizione verso un sistema energetico più sostenibile ed economico, c’è anche un’ulteriore opportunità: la sottoscrizione di un contratto PPA (Power Purchase Agreement). Il PPA è un accordo a lungo termine (di solito di 10-15 anni) di fornitura di energia elettrica rinnovabile a prezzo fisso tra un soggetto produttore e un’azienda consumatrice di energia che mette a disposizione del produttore una superficie di sua proprietà per l'installazione dell'impianto. Per l’azienda, oltre al vantaggio di acquistare l’energia ad un prezzo inferiore, c’è quello di non dover pagare alcuna somma di denaro per l’installazione dell’impianto. Non solo, il prezzo fisso dell’energia garantito dal contratto, esente quindi dalle fluttuazioni di mercato, le consentirà una pianificazione aziendale a lungo termine, mentre la scelta di utilizzare al 100% energia green contribuirà al miglioramento della propria immagine agli occhi dei clienti.

    Contattaci per una consulenza personalizzata
    Consulting

    Avviati verso la soluzione energetica più sostenibile e vantaggiosa

    Contattaci

    Articoli correlati

    Energia: Power Purchase Agreement, cos'è e come funziona
    Fotovoltaico per aziende

    È un’epoca, questa, in cui la sostenibilità è considerata un valore imprescindibile non solo per i...

    valentina de carlo_autore blog

    Scritto da Valentina De Carlo

    Si può applicare il Power Purchase Agreement in Italia? Ecco come funziona
    I contratti PPA sono opportunità importanti per le aziende

    L’attuazione degli ambiziosi obiettivi di sostenibilità da concretizzare attraverso il passaggio...

    valentina de carlo_autore blog

    Scritto da Valentina De Carlo

    Fotovoltaico industriale: le opzioni oltre all'impianto di proprietà
    Un installatore intento al fissaggio di un pannello di un impianto Fotovoltaico industriale

    La parola forse più sentita negli ultimi tempi è “sostenibilità”, un obiettivo che consente di...

    valentina de carlo_autore blog

    Scritto da Valentina De Carlo